Neonati in casa, a quanti gradi tenere la temperatura - Ariston
Home Living

Neonati in casa, a quanti gradi tenere la temperatura

By Ariston

Mantenere una temperatura corretta in casa è assolutamente importante per evitare potenziali problemi di salute e non incorrere in consumi energetici superflui. La presenza di neonati in famiglia, inoltre, deve farvi prestare maggiore attenzione, in quanto una mancata osservanza dei giusti comportamenti potrebbe provocare ai più piccoli dei guai ancora più evidenti. Nei bimbi nati da poco, la termoregolazione è ancora immatura e questo potrebbe rappresentare un rischio in caso di sbalzi termici o se l’ambiente è troppo freddo o caldo. Nelle prossime righe andiamo a scoprire insieme quale dovrebbe essere la temperatura da tenere in casa con un neonato.

Premesso che la legge predispone per le abitazioni di non superare la temperatura di 20 gradi proprio per evitare un eccessivo dispendio energetico, vi proponiamo alcuni consigli per impostare correttamente la temperatura in casa e salvaguardare la salute di un bambino nei primi mesi di vita. Prima di tutto, è bene evitare gli sbalzi termici che potrebbero portare il piccolo ad ammalarsi: tenere una temperatura costante è indubbiamente una norma da rispettare sempre. È importante non andare mai al di fuori dell’intervallo 18-22 gradi. In particolare, nella camera da letto del neonato è bene che ci sia una temperatura un po’ più bassa (attorno ai 18 gradi), e che questi indossi un pigiama caldo, che però non lo copra eccessivamente. È necessario stare più attenti durante la notte, in quanto una temperatura più fresca permette ai neonati di respirare meglio, migliorando quindi anche la qualità del sonno.

Qualora l’aria della stanza sia particolarmente secca, sarà opportuno utilizzare un umidificatore per renderla più respirabile. Viceversa, in presenza di un alto tasso di umidità sarà utile impiegare un deumidificatore per prelevare il vapore acqueo in eccesso presente nell’aria perché un ambiente eccessivamente umido farà percepire delle temperature più alte o più basse, a seconda che ci si trovi in un periodo caldo o in uno freddo. Naturalmente, non bisogna dimenticare di ventilare circa tre volte al giorno la casa per avere un ricambio dell’aria, rimuovendone gli agenti inquinanti. Tale operazione va effettuata, in particolare, appena svegli e un’ora prima di andare a dormire.

Temperature troppo elevate rischiano di far insorgere nei più piccoli delle infezioni respiratorie. Queste sono dovute anche e soprattutto a causa delle muffe che si formano in casa quando il tasso di umidità è particolarmente elevato. Vi sono alcuni accorgimenti che ogni mamma deve adottare per comprendere se il proprio bambino sente particolarmente caldo (o freddo): tra questi, il fatto di toccarlo e verificare i cambiamenti del colorito del viso, della punta del naso, delle mani e dei piedi. Qualora il piccolo avesse caldo, potrete notare delle guance particolarmente rosse; in caso di freddo, invece, il viso e le labbra assumeranno un tono violaceo. Vestirlo nella maniera appropriata è un aspetto da non trascurare mai.

 Per impostare la temperatura migliore con i prodotti Ariston è possibile, oltre che farlo manualmente, utilizzare un’apposita app. Potrete scegliere, infatti, in maniera facile e intuitiva, quale temperatura programmare in casa in ogni momento del giorno, semplicemente regolando alcune impostazioni dall’applicazione sul proprio smartphone.