Utilizzare il condizionatore per riscaldare la casa - Ariston
Home Living

Utilizzare il condizionatore per riscaldare la casa

By Ariston

Forse non tutti sono consapevoli del fatto che i condizionatori, oltre che per rinfrescare una casa o un ufficio, possono essere utilizzati con profitto anche per riscaldare il proprio ambiente domestico. Un condizionatore in modalità riscaldamento è in grado, infatti, di produrre aria calda e, soprattutto nel caso dei modelli introdotti più recentemente sul mercato, lo fa consumando relativamente poco, il tutto a beneficio delle vostre tasche e dell’ambiente. A seconda dei casi, questo sistema integrerà gli altri impianti di riscaldamento presenti in casa oppure potrà essere l’unico utilizzato per tale funzione.

Di sicuro, utilizzare in via esclusiva un condizionatore per la produzione di aria calda non è la soluzione migliore per chi abita in regioni più fredde, come in alcune zone del Nord Italia o nelle aree più interne; tuttavia, in alcuni casi, anche in questi contesti geografici può essere un’ottima idea per riscaldare un po’ la casa senza un dispendio eccessivo di energia, in confronto ai sistemi di riscaldamento a gas. Di sicuro l’utilizzo dei condizionatori per produrre calore è maggiormente consigliato nelle regioni del Meridione, laddove la temperatura raramente raggiunge zero gradi e difficilmente potrebbe formarsi del ghiaccio che ne ostacoli il corretto funzionamento, non permettendo lo scambio termico. Ad ogni modo, è opportuno puntare sui climatizzatori a pompa di calore per sfruttare al meglio la funzione di riscaldamento.

Ovviamente, prima di decidere se e quando utilizzare il condizionatore per riscaldare un ambiente domestico, bisogna valutare diversi fattori, come ad esempio le dimensioni dell’ambiente in questione, il numero di stanze da riscaldare e il tipo di utilizzo che si fa di un’abitazione. È evidente, infatti, che per una seconda casa sfruttata solo nei fine settimana l’utilizzo dei condizionatori rappresenterà la scelta migliore, in quanto riscaldano l’ambiente in breve tempo e si possono mettere in funzione anche soltanto nelle stanze che vi interessano maggiormente.

Facendo attente valutazioni è possibile conseguire risparmi energetici dall’utilizzo di un condizionatore per la produzione di aria calda. Ad esempio, se abbiamo stipulato un contratto di fornitura che preveda delle tariffe diverse a seconda delle fasce orarie di una giornata, tenendo acceso il condizionatore negli orari più convenienti si potrà conseguire un’efficienza maggiore. C'è da dire che il condizionatore presenta normalmente alcune funzioni che permettono di personalizzarne l’utilizzo a seconda delle necessità. Le principali, oltre a quelle di raffreddamento e riscaldamento, sono le modalità deumidificazione e ventilazione. Quest’ultima permette di servirsi dell’impianto come un ventilatore, senza riscaldare o raffreddare.

Sono diversi i vantaggi derivanti dall’utilizzo di un condizionatore per riscaldare la casa, sia in combinazione con gli altri impianti di produzione di aria calda, sia in via esclusiva (quando possibile). Prima di tutto, se c’è l’esigenza di riscaldare una stanza (o più di una) in particolare, l’installazione di un condizionatore dove davvero serve consente di evitare dispersioni di calore. Inoltre, scegliendo la potenza più adatta al caso specifico, è possibile ottimizzare i consumi energetici. L’utilizzo dei filtri, infine, assicura un’aria fresca e pulita con il massimo del comfort.