Tutte le soluzioni per avere l'acqua calda sanitaria - Ariston
Home Living

Tutte le soluzioni per avere l'acqua calda sanitaria

By Ariston

Quando si parla di acqua calda sanitaria ci si riferisce all’acqua che arriva nelle nostre abitazioni o negli uffici ed è preposta all’igiene personale. È dunque molto diversa da quella che scorre nelle tubature degli impianti di riscaldamento.

Insieme alla tecnologia che, proprio per il riscaldamento, ha messo a punto sistemi innovativi ed altamente ecosostenibili, in grado di fornire il calore con un ridotto consumo dell’energia e ridotte emissioni di CO2 nell’atmosfera, esiste una tecnologia che studia un sistema per ottenere un minor impatto ambientale anche nel caso di produzione di acqua calda sanitaria.

Nonostante, infatti, venga spesso prodotta proprio dalla stessa caldaia che si utilizza per il riscaldamento, l’ACS (acronimo che si utilizza per indicare questo tipo di acqua) può essere prodotta e garantita in diversi modi.

Come ottenere l’acqua calda sanitaria in maniera ecosostenibile

Oggi è possibile ricevere nella propria abitazione l’acqua calda sanitaria e far rientrare l’immobile in un sistema di case ecocompatibili: le soluzioni sono molteplici e portano importanti vantaggi, sia in termini di consumi energetici sia in termini di risparmio economico.

Vediamo insieme la vasta gamma di soluzioni, tra le quali potete individuare quella ideale per voi:

  • i pannelli solari termici
  • la pompa di calore
  • la caldaia a condensazione
  • le biomasse.

Una delle fonti di energia rinnovabili è il sole: un’energia pulita, naturale e gratuita. Per la produzione di ACS, il solare termico è sicuramente uno tra i prodotti che garantiscono prestazioni di alto livello che vanno di pari passo con le soluzioni ecologiche amiche dell’ambiente.

Il funzionamento di un pannello solare è abbastanza semplice: cattura l’energia solare e la trasferisce a un accumulo termico affinché la produzione di acqua calda diventi possibile. La produzione di acqua cada, in questo modo, abbatte tutti i costi che invece si impongono con sistemi diversi.

Nonostante le nuove tecnologie avanzate con cui vengono fabbricati i pannelli solari, il sole non sempre è in grado di fornire un’adeguata energia termica ed è per questo motivo che spesso è necessario provvedere all’installazione di un generatore. Tuttavia, con una corretta esposizione e la giusta regolazione dell’inclinazione dei pannelli, sarà possibile soddisfare le esigenze dell'abitazione, garantire il massimo comfort e ridurre drasticamente i consumi.

Il sistema dei pannelli solari è composto dal pannello che cede il calore al bollitore; dal bollitore, per l’appunto, che accumula l’acqua calda; la pompa per la circolazione dell’acqua. Cosa succede?

Il bollitore di accumulo è dotato, al suo interno, di uno scambiatore di calore che permette al liquido scaldato dai pannelli di circolare; questo trasmette il suo calore e riscalda l’acqua che è contenuta nel bollitore. Il bollitore, a sua volta, è dotato di un circuito idraulico che è collegato al pannello e di un circuito idraulico dell’acqua che è collegato all’impianto sanitario della casa, che soddisfa la richiesta di erogazione istantanea dell’acqua calda sanitaria attraverso una valvola. Quello che forse non tutti sanno sui pannelli solari è che la loro grandezza non deve dipendere dalle dimensioni della superficie che potranno rivestire, ma deve essere subordinata alla quantità dei componenti della famiglia che determineranno la stima approssimativa del consumo giornaliero di litri di acqua sanitaria. Il dimensionamento verrà pertanto effettuato in base a questo calcolo che ne determinerà la capacità energetica e la potenza.

Installare i pannelli solari, grandi o piccoli che siano, significa ridurre le necessità di manutenzione o di assistenza continua, non avere bisogno di un riscaldamento elettrico aggiuntivo, cosa che garantisce notevoli risparmi in bolletta; alte prestazioni e basso consumo di energia, per non parlare, è scontato, dell’inesistente impatto ambientale garantito.

Esistono due tipi di pannelli solari: i pannelli con tubi di vetro sottovuoto sono in grado di isolare il pannello impedendo, in questo modo, la dispersione di calore. All’interno di questi tubi, scorre un liquido che si scalda con il calore del sole e lo trasmette all'acqua.

I pannelli solari piani, invece, sono coperti da una lastra di vetro trasparente che trattiene il calore del sole grazie a una superficie assorbente sottostante che copre una serpentina in cui circola il fluido riscaldato dall’energia termica.

Per riscaldare l’acqua sanitaria, potete scegliere anche lo scaldacqua a pompa di calore che è diverso dal tradizionale scaldabagno a corrente elettrica e, infatti, è molto più efficiente. Con un minor dispendio energetico, le pompe di calore riscaldano l’acqua attraverso i serbatoi che integrano pompe di calore brevettate appositamente per il trattamento di acqua calda sanitaria. Con questo sistema, l’energia termica viene catturata dall’aria esterna e trasferita all’acqua. Oltre alla completa sicurezza garantita dalle tante referenze ormai consolidate, la pompa di calore, assicura una resa superiore allo scaldabagno tradizionale e minori consumi in bolletta che vi faranno risparmiare ben oltre il 50% delle vecchie spese.

E se vi interessa il risparmio economico unito a un dispendio energetico basso che, tuttavia, assicuri un costante comfort alla casa, potete procedere con l’installazione della caldaia a condensazione. Con un investimento iniziale minimo grazie alle agevolazioni fiscali che vi daranno diritto a un rimborso della spesa fino al 65% in 10 rate annuali di pari importo, potrete assicurarvi acqua calda sanitaria e riscaldamento a impatto ambientale zero.

La caldaia a condensazione è una caldaia a gas che recupera il calore latente dei fumi di scarico durante la combustione e lo sfrutta per produrre calore per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria. Nelle caldaie a condensazione istantanee il generatore si attiva alla richiesta di acqua calda dell'utente.

Infine, le biomasse e le caldaie a legna, grazie alle nuove tecnologie, sono molto performanti, hanno notevoli rendimenti termici e soddisfano pienamente il fabbisogno dell’abitazione.