Aria condizionata e bambini, le cose da sapere - Ariston
Home Living

Aria condizionata e bambini, le cose da sapere

By Ariston

Quando arriva l'estate, e soprattutto le ondate di calore tipiche di questo periodo, i più piccoli sono esposti a un rischio maggiore di disidratazione che può danneggiare la loro salute.

È importante sapere che i bambini, soprattutto i neonati, sono molto sensibili ai cambiamenti bruschi di temperatura. Il caldo li altera facilmente: di notte può svegliarli, diventano più irritabili e diminuisce il loro stato di benessere. Pertanto sorge una domanda: è giusto usare l'aria condizionata in una famiglia con un bebè?

Un'aria condizionata usata correttamente non ha motivo di creare pericoli alla salute del bambino. Di fatto, in alcuni casi è necessaria, ovvero quando si arriva a una temperatura molto alta e questo può propiziare la disidratazione del piccolo. Il buon senso dei genitori può evitare i pericoli derivanti da un utilizzo sbagliato.

 Seppur in presenza di bambini, l’aria condizionata si può tener accesa prendendo, però, qualche piccolo accorgimento:

  • in presenza di un bebè la temperatura consigliata dell'ambiente in cui si trova è tra i 21 e i 24 gradi durante il giorno e tra 19° e 21° di notte;
  • è preferibile installare l'aria condizionata in tutta la casa e non solo in alcune camere. Questo è per evitare che il bambino possa soffrire passando da una stanza con temperatura fresca e piacevole a una in cui non c'è aria condizionata. Un cambio repentino di temperatura può debilitare il sistema immunologico del bambino e produrgli un raffreddore che in alcuni casi può avere conseguenze da non sottovalutare
  • la differenza tra l'interno e l'esterno della casa non dovrebbe superare i dieci gradi di differenza
  • per far sì che il bambino dorma tranquillo e molto più rilassato è consigliato fargli un bagno di notte, proprio prima di andare a dormire
  • evitare di mettere il bambino vicino all'aria condizionata: non è consigliabile che gli arrivi diretto il getto di aria fredda
  • non bisogna tenere accesa continuamente l'aria. È importante che per alcune ore la casa sia ventilata con aria esterna
  • cercare di rinfrescare la casa durante la giornata per non dormire con l'aria condizionata accesa. Molti bambini che dormono con l'aria condizionata accesa possono soffrire di irritazione e secchezza agli occhi, alla gola e arrivare persino ad avere problemi respiratori. Nel caso sia necessario e si superino i 30° di notte, si può impostare una temperatura che oscilli tra i 24° e i 25°
  • possono prodursi allergie considerato che, nei filtri dell'aria, si accumulano polvere, acari e altre particelle. Pertanto è consigliabile cambiare i filtri una volta l'anno e non aspettare vari anni prima di farlo
  • bisogna tenere ben presente che l'aria condizionata rende eccessivamente secco l'ambiente, producendo bruciore agli occhi. Per questo motivo è conveniente che ci sia un certo grado di umidità nell'ambiente mediante un umidificatore
  • nel caso si utilizzi un umidificatore, questo non dovrebbe superare il 50% di umidità, dal momento che se è troppo alto c'è il rischio che appaiano funghi.