Anziani e aria condizionata, le cose da sapere - Ariston
Home Living

Anziani e aria condizionata, le cose da sapere

By Ariston

L’utilizzo dei climatizzatori è diventato sempre più diffuso come aiuto per affrontare le alte temperature dei giorni estivi che ogni anno mettono alla prova le famiglie e le persone di ogni età.

L’aria condizionata è spesso un ausilio necessario nelle zone più calde e può essere considerata anche un salvavita, soprattutto nel caso dei soggetti più deboli, ma come per molti elettrodomestici di uso comune anche per i condizionatori è sempre necessario farne un uso intelligente per non causare danni alla salute.

Questo principio è sempre valido e lo è ancor di più quando in casa vi sono anziani e bambini.

Se, infatti, l’aria condizionata è un utile strumento per combattere il caldo eccessivo e soffocante, l’utilizzo smodato può essere altrettanto dannoso e provocare diversi disturbi.

Vediamo insieme, quindi, come utilizzare al meglio il climatizzatore per portare sollievo a tutta la famiglia e agli anziani in particolare.

In generale, a meno che il medico ne sconsigli esplicitamente l’utilizzo in caso di patologie specifiche, il condizionatore non ha alcuna controindicazione per le persone anziane; soprattutto quando la temperatura e l’afa rendono l’aria soffocante, il climatizzatore può rinfrescare e deumidificare l’aria, rendendo l’ambiente più salubre e confortevole. Sono molti gli studi, e i pareri medici favorevoli, che dimostrano l’utilità dell’aria condizionata nelle comunità di anziani e nelle case in cui sono presenti soggetti di età superiore ai 65 anni con patologie cardiovascolari. Basta, quindi, osservare alcune precauzioni per utilizzare i condizionatori in assoluta tranquillità.

Innanzitutto, quando è disponibile, è preferibile utilizzare il climatizzatore nella modalità dry, piuttosto che in quella cooling. Infatti, spesso, è proprio l’umidità presente nell’aria a rendere insopportabile la calura. Il deumidificatore, inoltre, è meno aggressivo dell’aria condizionata e per questo è più consigliato quando in casa vi sono anziani e bambini. Il deumidificatore, in più, può essere usato anche la notte, quando la temperatura è eccessiva, per aiutare i soggetti a riposare meglio. Tuttavia, anche il deumidificatore va usato con moderazione, poiché un’eccessiva aridità dell’aria può causare disturbi oculari soprattutto nei soggetti anziani.

Indirizzate le bocchette d’aria verso l’alto, in modo che il getto d’aria fredda non investa direttamente le persone, causando loro disturbi muscolari o articolari. Inoltre, per evitare eccessivi sbalzi termici, è sempre consigliabile impostare la temperatura interna non oltre 5-6 gradi in meno rispetto a quella esterna.

Tenete chiuse porte e finestre quando gli split sono accesi, in modo che la temperatura interna rimanga costante e non vi sia dispersione termica.

Se dovete acquistare un climatizzatore per una persona anziana, preferite il modello inverter, capace di regolare autonomamente il suo funzionamento in base alla temperatura impostata.

Ci sono anche alcuni utili accorgimenti da osservare per la manutenzione degli apparecchi. Per esempio, se vi sono anziani in casa, vi consigliamo di effettuare con una maggiore frequenza la pulizia dei filtri. Questa pratica scongiura il manifestarsi di allergie e il rischio di infezioni respiratorie nei soggetti predisposti.

Ariston propone una gamma completa di climatizzatori di ultima generazione, altamente affidabili e funzionali anche per i soggetti più anziani. Sono disponibili diversi modelli, semplici da usare e con display luminosi adatti anche a chi ha problemi di vista.