Scaldacqua elettrico: come risolvere 3 problemi frequenti
Consigli e soluzioni

Scaldacqua elettrico: come risolvere 3 problemi frequenti

By Ariston

Scopriamo insieme in questa pratica mini guida come risolvere 3 tra i problemi più frequenti che possono verificarsi quando si possiede uno scaldacqua elettrico. Perché sarà capitato a molti di noi di trovarsi nel bel bezzo di una doccia e di non avere più acqua calda a disposizione oppure di dover fare i conti con uno strano rumore. O ancora, di notare delle perdite d’acqua sospette. Se siamo esperti di lavori manuali, prima di contattare il tecnico, potremmo provare a trovare noi stessi una soluzione: ecco qualche consiglio.

1. Lo scaldacqua è rumoroso

Se lo scaldacqua elettrico emette strani rumori, la causa potrebbe essere individuata nelle incrostazioni di calcare depositati negli anni all’interno del serbatoio: si tratta di una situazione piuttosto frequente, soprattutto nelle città con acqua potabile molto ricca di calcio. Per liberarsi del rumore potrebbe quindi essere sufficiente procedere in questo modo:

- posizioniamo l’interruttore dello scaldacqua su Off ed eventualmente spegniamo anche l’interruttore generale dell’energia elettrica;

- chiudiamo la valvola dell’acqua del bagno, per evitare allagamenti;

- muniamoci di un catino e facciamo fuoriuscire l’acqua, assicurandoci che prima si sia raffreddata;

- lasciamo inattivo lo scaldacqua per qualche ora e poi riempiamolo nuovamente, dopo aver riaperto la valvola dell’acqua e il rubinetto e aver riacceso il quadro elettrico generale.

In questo modo dovremmo essere riusciti ad eliminare il rumore, oltre che a rendere più efficiente il nostro scaldacqua. Perché, quando si accumulano depositi di calcare, il tempo di riscaldamento dell'acqua tende ad aumentare, facendo salire di conseguenza anche il consumo di corrente elettrica. Se il fastidio persistesse, contattiamo un tecnico, per una pulizia approfondita delle pareti interne del serbatoio.

2. Non produce acqua calda

Prima di tutto controlliamo che i rubinetti che collegano lo scaldacqua elettrico all'impianto idrico siano effettivamente aperti: se risultano aperti, il problema potrebbe derivare da un blocco della valvola di sicurezza, una situazione che spesso si verifica quando lo scaldacqua elettrico rimane inattivo a lungo. In questo caso, per sbloccare la valvola, occorrerà seguire quanto indicato nel libretto di istruzioni dell’apparecchio e procedere solo una volta che avremo spento l’interruttore generale dell’elettricità e la valvola di chiusura dell’acqua del bagno.

3. Perde acqua

Se la perdita proviene dalla parte inferiore dello scaldacqua, il problema può essere spesso legato al malfunzionamento della resistenza: per liberarla dai depositi di calcare eccessivi, procedere come al punto 1. Se il problema contina, il consiglio è di rivolgersi a un tecnico specializzato per la sostituzione della resistenza o eventualmente verificare se sia arrivato il momento di cambiare lo scaldacqua elettrico: scopri qui i modelli più innovativi di Ariston, in grado di garantire prestazioni avanzate e un elevato comfort termico.