Pompa di calore aria acqua: come funziona - Ariston
Consigli e soluzioni

Pompa di calore aria acqua: come funziona

By Ariston

Se state cercando un sistema di riscaldamento che vi garantisca il massimo del comfort e vi permetta di ottenere un notevole risparmio sui consumi energetici e sulle bollette, oggi vi parliamo del funzionamento della pompa di calore ad aria/acqua.

Questo impianto permette di trasferire il calore da un corpo a temperatura più bassa a un corpo a temperatura più alta, utilizzando energia in forma elettrica. La pompa non fa altro che estrarre l’energia gratuita presente nell’aria e trasferirla nell’acqua sotto forma di calore. Un tale sistema permette una riduzione dei costi pari addirittura al 50-60%, utilizzando come fonte di calore l’aria esterna, ed è un enorme vantaggio anche per l’ambiente, se si considera che l’energia termica viene dall’aria grazie al ciclo termodinamico.

Questo tipo di pompa di calore sostituisce, quando non sia possibile effettuare lavori strutturali importanti, le pompe di calore geotermiche la cui installazione è soggetta a vincoli idrogeologici specifici.

Il funzionamento della pompa di calore aria/acqua è regolato dallo sfruttamento, da parte dell’impianto, del calore presente nell’aria esterna anche nei mesi freddi e permette di riscaldare gli ambienti e di fare arrivare acqua calda sanitaria nelle abitazioni. Grazie alla loro efficienza, oltre a riscaldare la casa, le pompe di calore aria/acqua permettono, nei mesi estivi, di raffrescare gli ambienti.

Se siete interessati all’utilizzo di questo sistema, vi spieghiamo brevemente come riesce a funzionare una pompa di calore aria/acqua.

Nel funzionamento in riscaldamento l’aria esterna passa all’interno dell’evaporatore, uno scambiatore di calore in cui l’aria esterna cede calore al fluido frigorigeno. Il calore contenuto nell'aria viene assorbito immediatamente da un refrigerante ecologico. A questo punto, interviene un compressore che serve ad aumentare la pressione del gas e, di conseguenza, la temperatura. Questo gas, con un’alta pressione e un’alta temperatura, permette al calore di raggiungere il circuito dell’acqua calda e si trasforma, condensandosi all’interno del condensatore, da gas a liquido cedendo il calore all'acqua dell’impianto di riscaldamento. Infine una valvola di espansione riduce la pressione e quindi la temperatura del gas refrigerante (o fluido frigorigeno), consentendo il passaggio di stato da gas a liquido. A questo punto il ciclo è concluso e può ripetersi in quanto il gas refrigerante è stato riportato alle condizioni iniziali.

Questa alternativa ecologica permette di recuperare il costo dell’investimento in un breve periodo e per chi avesse qualche dubbio circa il suo funzionamento nei mesi più freddi, è garantito che una pompa di calore aria acqua di alta qualità abbia ottime performance anche con basse temperature esterne.

La pompa di calore aria/acqua è inoltre altamente efficiente soprattutto se la casa è riscaldata attraverso sistemi che lavorano a basse temperature, o un pavimento radiante.

Se avete questi impianti, potrete valutare l’installazione di una pompa di calore aria/acqua e chiedere l’intervento di un tecnico specializzato che vi aiuti stimare costi e benefici relativi alla sostituzione della vostra vecchia caldaia.