Il fotovoltaico: tutto quello che c'è da sapere
Ambiente

Il fotovoltaico: tutto quello che c'è da sapere

By Ariston

Il sole è una delle principali fonti per ottenere energia pulita e rinnovabile. È davvero sorprendente sapere che i raggi del sole che splende durante il giorno si possano trasformare nell’elettricità che dà illuminazione alle nostre stanze, l’energia che usiamo per riscaldare la nostra casa e quella che mette in funzione i nostri elettrodomestici e gli altri apparecchi elettrici.

L’energia solare fotovoltaica è una delle energie rinnovabili che produce elettricità, ottenuta direttamente a partire dalla radiazione solare mediante dei dispositivi semiconduttori denominati celle fotovoltaiche.

Una tecnologia esplosa negli ultimi anni anche grazie agli incentivi

Questo tipo di energia si usa principalmente per produrre energia elettrica su larga scala attraverso reti di distribuzione, benché permetta anche di alimentare innumerevoli applicazioni e dispositivi autonomi, fornire rifugi di montagna o abitazioni isolate dalla rete elettrica tradizionale. A causa della crescente domanda di energie rinnovabili, l’installazione di impianti fotovoltaici è esplosa negli ultimi anni.
Programmi di incentivi economici e sistemi di autoconsumo fotovoltaico, insieme ad alcune norme e diversi sussidi, hanno sostenuto l’installazione del fotovoltaico in un gran numero di paesi, utilizzando materiali affidabili. L’Italia, per esempio, si trova tra i primi paesi produttori di elettricità che proviene da energia fotovoltaica, grazie al programma di incentivi chiamato Conto Energia.

L’energia solare fotovoltaica trasforma in maniera diretta la luce solare in elettricità impiegando una tecnologia basata sull’effetto fotovoltaico. Questo processo fu scoperto nel 1839 da Edmond Becquerel, mentre nel 1904 Albert Einstein spiegò questo effetto nella sua teoria della relatività: la trasformazione parziale dell’energia luminosa in energia elettrica.

Come funziona il fotovoltaico

Quando la radiazione del sole colpisce la superficie delle celle fotoelettriche (che formano il pannello fotovoltaico), si produce una differenza di potenziale elettrico tra entrambi i lati che fa sì che gli elettroni saltino da un punto all’altro, generando così corrente elettrica. Pertanto, un pannello solare è capace di generare una corrente elettrica in un circuito chiuso utilizzando come fonte primaria di energia la radiazione solare ricevuta e assorbita dalle celle solari che lo compongono.

L’energia fotovoltaica fu usata inizialmente per fornire elettricità ai satelliti. I pannelli fotovoltaici si sono convertiti, nel presente, in una soluzione alternativa all’impiego di combustibili fossili e altre fonti di energia che non fanno che aumentare la produzione di smog e causare un forte impatto ambientale.

L’autoconsumo energetico è una modalità di fornitura che non presuppone costi per il sistema elettrico, ma che porta a un grande risparmio energetico per le abitazioni. Il vantaggio principale dell’autoconsumo fotovoltaico è che presenta costi ridotti che continuano a scendere, il che è davvero utile per il risparmio di ogni famiglia. A questo grande vantaggio se ne aggiungono altri come le prestazioni, l’indipendenza dall’aumento del prezzo della luce e il miglioramento della competitività.

Quali sono le ragioni che ci spingono a scegliere di installare impianti fotovoltaici?

  • La sua redditività. Si può ridurre considerevolmente l’energia delle bollette elettriche fino quasi alla metà, a seconda del tipo di consumo delle imprese o delle case. Inoltre, l’elettricità proveniente da fonti rinnovabili implica la riduzione di costi ed eventualmente agevolazioni, come la detrazione fiscale.
  • Manutenzione facile. Un impianto fotovoltaico non richiede una manutenzione sofisticata. Per ottimizzare il suo rendimento è semplicemente conveniente effettuare delle pulizie, togliendo periodicamente l’accumulo di polvere che si forma, le foglie cadute e altre particelle. Si raccomanda anche di controllare assiduamente le connessioni all’interno dei quadri e il cablaggio.
  • Beneficio dal primo giorno. Non ci vuole molto tempo per ammortizzare l’investimento in un’installazione solare, visto che ciò avviene in un periodo tra i 6 e i 9 anni, a seconda dei tipi di pannelli. Tutta l’elettricità che si produce a partire da quel momento è gratuita. Il ciclo di vita di un sistema fotovoltaico può raggiungere i 40 anni, mentre la sua struttura e i suoi componenti normalmente presentano una garanzia fino a 25 anni.
  • Indipendenza energetica. Molti paesi, ad oggi, importano energia da altri luoghi come il Medio Oriente, l'Europa dell'Est o l’Africa, il che non rappresenta una situazione ideale. Facendo uso di questa energia sostenibile contribuirete all'indipendenza del nostro paese dai fornitori stranieri di energia primaria e beneficerete di una ristrutturazione nella forma del consumo di energia.
  • Si tratta di un’energia ottimale. Questa energia green non crea alcun impatto ecologico, è completamente pulita, non genera inquinamento acustico nè emette gas nocivi in atmosfera.
  • 100% sostenibile e inesauribile. Questo tipo di energia è rinnovabile, pertanto le generazioni future potranno godere del patrimonio naturale attuale.
  • Le risorse naturali sono scarse: il petrolio, il gas e l’uranio si esauriranno. Invece l’energia solare è praticamente illimitata ed è distribuita in tutti gli angoli del mondo.
  • Incoraggia l’impiego locale. L’uso di questa energia necessita di un tecnico che sappia installare adeguatamente i pannelli fotovoltaici e abbia gli strumenti necessari per mettere in moto questo tipo di sistema.
  • È l’energia del futuro. Dagli anni ’80, i pannelli per generare elettricità a partire dal sole sono diventati più economici ogni anno del 10%. Pertanto si può affermare che l’energia solare si trasformerà nei prossimi anni nella fonte di elettricità più conveniente per la fornitura in ogni parte del globo.
  • È caratterizzata da un’installazione non complicata. Un sistema fotovoltaico si può installare tanto su un tetto piano come su uno inclinato, nelle facciate degli edifici o anche sul suolo. Alcuni consigli permetteranno di ottimizzarne il rendimento, come il fatto che l’installazione sia orientata verso sud e con un angolo di inclinazione di circa 30 gradi.

Ariston Nuos e Nimbos

Prodotti come Ariston Nuos sono un esempio di come si possa utilizzare l’energia fotovoltaica e come si possano creare nuovi standard di efficienza e grande risparmio energetico per la vostra casa. Nuos è una pompa di calore che utilizza il calore dell’aria come principale fonte di energia. Questo comodo prodotto è facile da installare, versatile e rappresenta l’evoluzione ecologica dello scaldacqua tradizionale.


D’altra parte, esiste un altro prodotto, Ariston Nimbus, che è una pompa di calore per fornire un riscaldamento ottimo alla casa. Include un meccanismo chiamato Sensys Net che opera come gestore del sistema e come sensore ambiente modulante per la climatizzazione.