Ambiente

Contrastare l’inquinamento in 5 mosse

By Ariston

L’inquinamento è una condizione che caratterizza la nostra epoca e a cui i governi dei diversi Paesi del mondo tentano di porre rimedio, con azioni più o meno efficaci. Nel proprio piccolo però anche ciascuno di noi può dare un contributo per contrastare l’inquinamento, a cominciare dalle piccole azioni quotidiane. Come? Scopriamolo insieme in 5 mosse.

1. Scegliamo un sistema di riscaldamento più efficiente

Tutti sappiamo che le sostanze contenute nei fumi di scarico delle nostre caldaie sono tra i principali responsabili dell’inquinamento atmosferico. Oggi però è possibile limitare questo fenomeno grazie all’innovativa tecnologia a condensazione, che funziona recuperando il calore latente generato dalla combustione, nelle caldaie tradizionali generalmente disperso nell’atmosfera attraverso il camino. In questo modo è così possibile ridurre notevolmente le emissioni nocive e al contempo anche il consumo energetico: è stato per esempio calcolato che le caldaie a condensazione di Ariston consentono di ottenere un notevole aumento del rendimento termico, un abbattimento della potenza necessaria alla caldaia, oltre che una riduzione delle emissioni nocive del 75% e dei consumi fino al 35%. La scelta di una caldaia a condensazione si conferma quindi la soluzione più indicata per poter contribuire a offrire un futuro più sostenibile alle nuove generazioni. In particolare, Ariston Alteas One Net può garantire la massima efficienza e prestazioni fino alla Classe A+, in qualsiasi condizione, grazie all’innovativa funzione di controllo elettronico della combustione.

2. Non disperdiamo inutilmente energia

Spesso il motivo di un aumento dei consumi energetici per il riscaldamento e per il raffrescamento è dovuto a un cattivo isolamento degli ambienti. Il calore può infatti disperdersi attraverso le finestre, le pareti, i solai e anche il tetto. Il consiglio è di puntare quindi su serramenti termoisolanti e di coibentare tetti e pareti rivolgendosi a un tecnico specializzato in questo tipo di interventi.

3. Differenziamo le fonti di energia

Alcune fonti di energia producono senza dubbio un minor impatto sull’ambiente rispetto ad altre: è il caso dei sistemi solari termici di Ariston che, fornendo acqua calda sanitaria senza generare emissioni di CO2, costituiscono la miglior soluzione per promuovere la sostenibilità ambientale.

4. Puntiamo sulla tecnologia smart

Anche le nuove tecnologie sono un valido alleato nella lotta all’inquinamento: grazie all’App Ariston Net possiamo infatti ridurre i consumi annuali fino al 40%, aumentando di conseguenza l’efficienza energetica del nostro impianto di riscaldamento.

5. Utilizziamo i mezzi di trasporto con maggiore consapevolezza

Infine, non dimentichiamo che i gas di scarico dispersi ogni giorno nell’aria dalle automobili rimangono una delle principali cause di inquinamento, accanto ai fumi emessi dagli impianti di riscaldamento. Per questo motivo il consiglio è di limitare l’utilizzo dell’automobile, per quanto possibile: se chi vive in città può fare maggior uso dei mezzi pubblici e di mezzi di trasporto alternativi e green come la biciletta, per chi vive in aree decentrate un’ottima opzione potrebbe essere quella di condividere la stessa tratta tra più persone.