Migliori caldaie

30/06/2017
Migliori caldaie_1

Con l'arrivo dell'autunno e l'abbassamento delle temperature, è fondamentale preoccuparsi del riscaldamento del proprio ambiente domestico, nella speranza che, come ogni anno, la caldaia di casa sia in grado di fare il suo dovere.

Quando si rientra a casa dopo una giornata di lavoro, il primo desiderio è scrollarsi di dosso il freddo dell'esterno e immergersi nel calore delle mura domestiche, per trovare un po' di relax e comfort e ricaricarsi in attesa di una nuova giornata.

Per una serena vita familiare e domestica anche in inverno, sarebbe meglio dotare la propria casa di una caldaia efficiente, che sia in grado di soddisfare le proprie esigenze e si adatti agli spazi e al budget disponibile di ogni famiglia.

Il calore nella tua casa

Disponibili in commercio esistono molti tipi di caldaie, che differiscono tra loro non solo per il prezzo e per il design, ma soprattutto in base al modello di funzionamento e al combustibile.

A camera stagna o aperta, a gas o a condensazione, ogni tipo di caldaia differisce dall'altra per diversi elementi, anche se lo scopo che sta alla base di ciascun modello è il medesimo.

La caldaia è infatti un'apparecchiatura che rappresenta la componente centrale di un impianto di riscaldamento, il cui compito è quello di trasferire il calore prodotto da una combustione a un liquido, evitando che avvenga la sua ebollizione tramite uno scambiatore, per far sì che l'impianto stesso lo diffonda nell'ambiente circostante.

Quale caldaia scegliere: le tipologie di base

Se hai deciso di cambiare caldaia, sia per risparmiare o perché la vecchia caldaia non funziona più, qui troverai una semplice guida alle tipologie principali disponibili sul mercato e dei consigli utili per fare il tuo acquisto con maggiore sicurezza, valutando le tue esigenze, non solo economiche, ma anche di spazi e ambienti.

Se scegli una caldaia a tiraggio forzato, comprese quelle a condensazione, potrai avere più libertà di installazione all’interno degli ambienti domestici. Ad esempio, puoi installare questi apparecchi nei monolocali, o in bagno; l’importante è che il locale sia provvisto di finestre o porte apribili verso l’esterno o di aperture permanenti che permettono il ricambio d’aria (per la tua sicurezza e quella della tua famiglia, verifica col tuo tecnico di fiducia le condizioni dei tuoi locali).
Inoltre, di questi apparecchi ne esistono di adatti anche ad essere installati all’esterno, per esempio sul balcone o sotto il porticato, quindi informa sempre il tuo tecnico di fiducia del luogo in cui vorresti installare il prodotto: insieme a lui potrai scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Inoltre, anche se ormai lo si dà per scontato, quando si acquista una nuova caldaia, è utile orientarsi su un modello combinato, che oltre a riscaldare l'ambiente domestico si occupi dell'acqua calda, o per produzione istantanea, o tramite l'utilizzo di un sistema di accumulo, che abbia potenza e capacità adeguate alle proprie esigenze.


Starà a te valutare quale tipologia sia più adatta alla tua abitazione, a seconda che si tratti di una casa isolata o di un condominio, di un'abitazione spaziosa con un settore dedicato alle utenze o di un piccolo appartamento con meno spazio a disposizione.

Quale caldaia scegliere: il combustibile

Un aiuto nella scelta della caldaia perfetta, può essere dato anche dal tipo di combustibile impiegato, che comporterà un diverso tipo di funzionamento, differenti consumi e un diverso collocamento all'interno della tua casa.

Tra le tipologie di caldaie, le più diffuse sono quelle a gas, ossia le caldaie a metano o a GPL, ad alto rendimento e di facile installazione, tra le quali la più diffusa e conveniente è la caldaia a condensazione.

Se poi hai intenzione di ristrutturare completamente il tuo impianto di riscaldamento e pensi di orientarti su una scelta più green, puoi puntare sulle nuove tecnologie, scegliendo una pompa di calore elettrica, meglio ancora se alimentata con un sistema fotovoltaico o con pannelli solari, per ridurre ulteriormente l'impatto ambientale.

Per una scelta che combini sostenibilità e convenienza, molti preferiscono optare per i nuovissimi sistemi ibridi (detti erroneamente anche caldaie ibride), che integrano la pompa di calore a una caldaia a condensazione, per offrire bassi consumi e alta redditività, e che possono avere prezzi variabili in base alle dimensioni, alle caratteristiche e alle tecnologie abbinate.

Caldaia a condensazione: una scelta obbligata o conveniente?

Dati i costi notevoli necessari per cambiare il proprio impianto di riscaldamento, in genere chi possiede una caldaia tradizionale funzionante sarà orientato a cambiarla solo al termine della vita naturale del dispositivo.

Dal 26 settembre del 2015 le normative vigenti sul territorio nazionale vietano ai produttori di immettere sul mercato caldaie diverse da quelle a condensazione, salvo un tipo particolare a camera aperta destinata solo ad alcune installazioni, per adeguarsi alla normativa europea detta Eco-Design e favorire l'uso di energie rinnovabili e il raggiungimento dell'efficienza energetica in tutte le case. Questo non significa che, in caso di sostituzione della propria caldaia, il consumatore sia obbligato a comprarne una a condensazione, ma solo che se ne vuole installare una tradizionale deve essere stata prodotta prima della data suddetta e poi ricevere l'etichettatura energetica prevista a norma di Legge.

Nonostante l'apparente obbligatorietà, questo tipo di caldaie di ultima generazione presentano diversi vantaggi, perché, anche se l'installazione si presenta abbastanza costosa, il risparmio energetico è in grado di ripagare in poco tempo l'investimento fatto, garantendo performance ed efficienza elevate.

Questo perché nelle caldaie a condensazione, in genere alimentate a metano o a GPL, il vapore che viene prodotto durante la combustione, anziché essere espulso assieme ai fumi attraverso la canna fumaria, viene condensato all'interno del dispositivo, per recuperare calore e poi ridistribuirlo nell'ambiente domestico.

Questo riuso massimo del calore, che in una caldaia tradizionale andrebbe disperso, comporta un risparmio in bolletta che può andare dal 15 al 35%, a seconda dell'impianto prima utilizzato. Inoltre, per un ulteriore risparmio, si può sempre andare a caccia delle detrazioni fiscali e degli incentivi offerti dello Stato, sia per garantire l'efficienza energetica, sia per promuovere la sostenibilità ambientale, dato che i nuovi modelli sono pensati per limitare lo scarico di emissioni nocive.

Tuttavia, affinché ci si possa giovare dei vantaggi della condensazione, è bene tenere presente che questa tecnologia risulta più efficiente quando è abbinata a sistemi di riscaldamento a bassa temperatura, come i pannelli radianti a parete o a pavimento. Al contrario, per gli impianti tradizionali a radiatori risulta vantaggiosa solo nel caso in cui il circuito venga adeguato, in modo da garantire che la temperatura di ritorno sia più bassa rispetto a quella standard di questi impianti.

In ogni caso, visti anche i costi di installazione e di manutenzione, è sempre meglio fare riferimento a un rivenditore certificato e acquistare degli apparecchi di qualità e in perfette condizioni, dotati di display e visori per il controllo delle loro prestazioni, come per esempio gli ultimi modelli di caldaie a condensazione prodotti da Ariston, ossia ALTEAS ONE NET e GENIUS ONE NET.

Efficienza su misura: la pompa di calore

Se la caldaia a condensazione non è in grado di soddisfare le tue necessità, tra le migliori caldaie in circolazione, per rendimento e costi, si può prendere in considerazione la pompa di calore, soprattutto se hai già installato un sistema fotovoltaico o dei pannelli solari a cui collegarla. Questa differisce dagli elettrodomestici come i condizionatori, perché oltre a riscaldare e raffreddare l'aria, può essere usata per la produzione di acqua calda. Anche se i costi di installazione sono più alti, potrai ottimizzare i consumi con un occhio di riguardo per l'ambiente.

Disponibile nella versione murale o a basamento, la pompa di calore può anche essere integrata a impianti tradizionali o a caldaie a condensazione, per creare un sistema ibrido che ti permetterà di risparmiare ulteriormente, attivando la tecnologia più utile per il tuo fabbisogno, come propongono i modelli ibridi realizzati da Ariston.

Come nel caso precedente, questi tipi di caldaie sono più adatte ad ambienti non molto ampi e che non soffrono di grandi dispersioni di calore, quindi risultano migliori per l'uso domestico, soprattutto per case singole o condomini dotati di cappotto termico.

Anche in questo caso, è meglio scegliere un servizio di qualità e affidarsi a rivenditori specializzati che siano in grado di fornire prodotti omologati e la necessaria assistenza, optando per esempio per la vasta gamma di caldaie prodotte da Ariston.

In Evidenza
one-series