Sonda esterna e cronotermostato ambiente

08/01/2015
Sonda di temperatura esterna

La sonda di temperatura esterna ha lo scopo di diminuire automaticamente la potenza erogata e la temperatura di mandata dell’impianto (la temperatura dell’acqua che dalla caldaia giunge ai radiatori).
In questo modo la caldaia produce un’adeguata quantità di calore, in funzione della variazione della temperatura rilevata nell’ambiente esterno.

Il corretto posizionamento della sonda è fondamentale e deve essere valutato in funzione delle caratteristiche climatiche del luogo di riferimento. Il posizionamento standard è nella zona Nord-Ovest dell’edificio, in cui di solito il valore di riferimento della temperatura esterna rilevata è il più basso.

La sonda agisce sempre sulla caldaia, indipendentemente dalla presenza di un termostato ambiente.
Sonda di temperatura esterna e termostato tuttavia possono lavorare anche simultaneamente, in funzione delle esigenze di chi occupa gli ambienti.  

In Evidenza
fancy-net