Al design piace il caldo
08/01/2013
Ottagono parla di Ariston Thermo_1

Il numero doppio di dicembre 2012/gennaio 2013 di Ottagono, prestigiosa rivista internazionale di architettura e design, dedica una doppia pagina alla collaborazione tra Ariston e la Up- Design di Umberto Palermo.
La nuova famiglia di scaldacqua ad alta efficienza di Ariston porta infatti la firma del noto designer torinese che ne ha plasmato le forme, definendone il family feeling attraverso il segno stilistico della “curva latina”. L’articolo ricostruisce le tappe del percorso artistico e progettuale, dal Velis – primo modello disegnato e già in commercio – fino all’interpretazione concettuale di una futuristica proposta per il riscaldamento dell’acqua.

 

 

AL DESIGN PIACE IL CALDO

di Sara Bolognesi

Un progetto di Up Design dà nuova vita ai prodotti per il riscaldamento dell’acqua di Ariston.
Umberto Palermo sceglie il segno stilistico del prodotto curvilineo per tracciare il family feeling della gamma.

Sinuoso e morbido come il profilo della fiancata di un’elegante auto sportiva. Il segno creativo appartiene alla matita di Umberto Palermo e incarna una vera sfida nell’ambito del product design.
Eclettico e versatile, il progettista fondatore di UP Design – lo studio con sede a Torino creato nel 2010 riunisce 19 professionisti –  ha sviluppato una lunga esperienza professionale negli ambiti dell’industrial e transportation design. L’estro poliedrico si esprime in una progettualità made in Italy che ricerca soluzioni dai contenuti innovativi e processi industriali adeguati alle esigenze del committente. L’esito sono pro- getti realizzati che mutuano forme, materiali e tecniche da campi differenti, e danno corpo anche alle ‘passioni’, come quella per l’automotive. Palermo, infatti, si svela in questa immagine: “mi immedesimo nell’icona di una Panda nata dalla freschezza della matita di Roberto Giolito (vice presidente Fiat Group Design, n.d.r.)”. Per il progettista il disegno ha il medesimo valore sia se si creano prodotti di nicchia sia per definire oggetti concreti che, entrando nel quotidiano, rispondano ai bisogni dei consumatori fino a risultare “familiari”. Questo pensiero interpreta il progetto intrapreso per Ariston Thermo, che ha scelto il design come strumento di rinnovamento e riposizionamento del prodotto. “L’obiettivo stimolante”, spiega Palermo, “era di dare una nuova veste allo scaldacqua, trasformarlo in complemento d’arredo valorizzando- ne i contenuti tecnologici”. Il lavoro è partito dall’analisi dell’estetica globale di Ariston, riferita a tutti i prodotti e aree geografiche, per ideare un segno stilistico ‘comune’ e allo stesso tempo attraente. Un progetto ambizioso che ha stimolato una profonda innovazione nello sviluppo di nuove forme, colori e materiali. La “curva latina”, come la definisce il designer, è il fil rouge che preserva l’identità di ogni singolo prodotto e diventa elemento distintivo per il brand e i diversi mercati.

Pubblicato su Ottagono, Dicembre 2012 – Gennaio 2013, pp. 106/107

 

Clicca qui per leggere l'articolo online

In Evidenza
fancy-net