CONTO TERMICO: LE NOVITA’ INTRODOTTE DAL DECRETO EFFICIENZA

 

Il nuovo Decreto Legislativo 4 luglio 2014, n. 102, in attuazione della direttiva 2012/27/Ue sull'efficienza energetica, introduce alcune modifiche al D.M. 28/12/2012 e quindi al meccanismo del Conto Termico.

In primo luogo, per gli interventi previsti dall’art. 4 comma 2 del D.M. 28/12/2012 , viene estesa a tutti i soggetti privati la possibilità di accedere ai benefici del Conto Termico, indipendentemente dall’essere titolari di reddito di impresa o agrario, consentendo così anche a Onlus, parrocchie, enti ecclesiastici e enti di culto in genere di accedere all’incentivazione (aggiornamento FAQ CONTO TERMICO A-4).

Ulteriore aggiornamento riguarda il nuovo limite massimo dell’incentivo che, per qualsiasi tipologia di intervento, non potrà superare il 65% delle spese sostenute, comprensive di IVA (dove essa costituisce un costo) e attestate tramite fatture e bonifici. Qualora l’ammontare dell’incentivo superi il limite introdotto, questo verrà ricalcolato dal GSE in sede di istruttoria tecnico-amministrativa.

Puntualizziamo che le novità introdotte da tale decreto non saranno applicate nella valutazione delle richieste di incentivo inviate prima del 19 luglio 2014.

 

Il presente documento rappresenta una informazione tecnica, pertanto le informazioni presenti non esonerano gli operatori dall’osservanza di tutte le prescrizioni previste dalle Norme e dalle leggi vigenti in materia. Si rimanda alla lettura dei testi ufficiali delle Leggi e delle Norme che regolamentano la materia oggetto del presente

fancy-net